Beijing, convegno internazionale dei think-tank sul XIX Congresso Nazionale del PCC
  2017-11-17 16:11:23  cri
Il 16 novembre si è tenuto a Beijing il convegno internazionale dei think-tank dal titolo "Il XIX Congresso Nazionale del PCC íV Sviluppo della Cina e suo significato per il mondo". Durante la cerimonia inaugurale il membro dell'ufficio politico del Comitato centrale del PCC e capo del Dipartimento della Comunicazione del Comitato Centrale del PCC, Huang Kunming, ha pronunciato un discorso. I politici e gli esperti provenienti dai vari Paesi hanno prestato attenzione alle nuove opportunità che, dopo il XIX Congresso nazionale del PCC, lo sviluppo della Cina porterà al resto del mondo. Segue il nostro servizio sull'argomento:

La mattina del 16 novembre, i responsabili e gli esperti di think tank di oltre 30 paesi, tra cui gli ex primi ministri di Giappone, Pakistan e Francia - Yasuo Fukuda, Shaukat Aziz e Dominique de Villepin íV insieme ad altre figure politiche di rilievo si sono riuniti a Beijing per partecipare alla Cerimonia di apertura del convegno internazionale dei think-tank sul XIX Congresso PCC. Si è trattato del primo forum internazionale di questo tipo dopo la conclusione del più importante evento politico della Cina.

Huang Kunming ha pronunciato un discorso programmatico dal titolo "l'inizio di un nuovo viaggio per la Cina - nuove opportunità per lo sviluppo mondiale", sottolineando che il XIX Congresso Nazionale del PCC si è concentrato sul desiderio dei cittadini di una vita migliore, e ha formulato un programma d'azione insieme ad un progetto di sviluppo per edificare il socialismo con caratteristiche cinesi nella nuova epoca. Questo, secondo Huang Kunming è un aspetto di straordinaria importanza. Secondo quanto da lui affermato, questa nuova svolta storica del per il socialismo con caratteristiche cinesi sarà fondamentale per lo sviluppo della Cina ed eserciterà un'influenza profonda sul resto del mondo. In questo viaggio intrapreso dal Paese, il Partito e i cittadini, guidati dal Xi Jinping, continueranno con maggiore consapevolezza a percorrere la via del socialismo con caratteristiche cinesi, promuovendone la causa e creando per sé stessi una vita più felice. Huang Kunming ha infine aggiunto che lo sviluppo della Cina in questo nuovo contesto storico porterà maggiori opportunità a tutti poiché la Cina è disposta a collaborare con gli altri Paesi per costruire insieme un mondo migliore, ed ha auspicato che i think tank cinesi e stranieri siano in grado di studiare e presentare al meglio i contenuti del XIX Congresso nazionale del PCC, rafforzando gli scambi e la cooperazione.

L'ex primo ministro francese Dominique de Villepin ritiene che con la sua continua crescita economica degli ultimi decenni, la Cina giocherà un ruolo sempre più significativo a livello globale. Secondo de Villepin, Il XIX Congresso nazionale del PCC conclusosi il mese scorso influenzerà non solo la direzione percorsa dalla Cina ma influenzerà anche il resto del mondo.

"Il mondo ha subito enormi cambiamenti negli ultimi decenni. Il ritorno della Cina sul palcoscenico mondiale è probabilmente uno degli aspetti più sorprendenti che ci riserva il mondo di oggi. La Cina è consapevole di avere un'enorme responsabilità nel fornire soluzioni alle crisi internazionali, e nel guidare e promuovere la crescita. La Cina è, insieme all'Europa e a tutte le parti interessate, in cerca di stabilità e tutti potranno lavorare congiuntamente per creare cooperazione e condividere la prosperità in questa nuova epoca.

Nella sua dichiarazione, l'ex primo ministro pakistano Shaukat Aziz ha sottolineato la grande influenza che l'iniziativa "Una cintura e una via" sta esercitando sull'economia mondiale e ha invitato tutte le nazioni del mondo a prendervi parte. Aziz ha descritto i cambiamenti che questo progetto ha portato al Pakistan, e si è detto convinto che sarà in grado di cambiare radicalmente il mondo, fornendo una nuova modalità di interconnessione tra tutte le nazioni.

"Vengo dal Pakistan, e anche il Pakistan è uno dei Paesi beneficiari dello straordinario progetto di "Una cintura e una via". La messa in atto di questa iniziativa ha avuto importanti conseguenze positive per il nostro Paese. Siamo molto grati alla Cina per questa grande idea, a cui partecipano anche che gli Stati Uniti, il Giappone, il Medio Oriente e i Paesi europei. Tutti sono uniti in questa grande cooperazione che cambierà anche il volto dello sviluppo del Pakistan".

Focus
Social Media

Riviste
Eventi
© China Radio International.CRI. All Rights Reserved.
16A Shijingshan Road, Beijing, China. 100040